"Striscia Vetralla": «Tra degrado e inciviltà regnano gli atti vandalici e l'incuria»

Sullo stesso argomento
Ultimi articoli
Newsletter

Vetralla | un antico fontanile preso a picconate dai giovani

"Striscia Vetralla": «Tra degrado e inciviltà
regnano gli atti vandalici e l'incuria»

Ancora segnalazioni inviate al noto gruppo di Facebook “Striscia Vetralla” dove i cittadini si rivolgono all’amministratore Gennaro Giardino per dare voce ai loro diritti

Redazione Online

Il vecchio fontanile preso a picconate e pieno di scritte oscene
Il vecchio fontanile preso a picconate e pieno di scritte oscene

Ancora segnalazioni inviate al noto gruppo di Facebook “Striscia Vetralla” dove i cittadini si rivolgono all’amministratore Gennaro Giardino per dare voce ai loro diritti. Questo è quanto segnalato da un cittadino vetrallese: «Ciao Gennaro volevo dirti cosa sta succedendo da qualche di tempo sotto casa mia a vicolo Pasquini. È letteralmente presa d'assalto dai ragazzini. Che hanno riempito il fontanile verniciato questa estate e sfondato porte di abitazioni. Oggi addirittura hanno preso a picconate il fontanile. Ma i controlli dove sono chi ci tutela da questa inciviltà? dove viviamo? Ti ringrazio per la tua collaborazione a rendere pubbliche le nostre segnalazioni».

E ancora Alessia: «Ciao Gennaro, ho visto con i miei occhi quello che è successo al fontanile, io e il mio gruppo ci siamo rimasti malissimo, eravamo arrabbiati e dispiaciuti allo stesso tempo. Il perché? Perché in quel posto si è formato il nostro gruppo, ci siamo incontrati là per puro caso. Quei ragazzini dovrebbero solo che vergognarsi, per la mentalità perversa e la maleducazione che si portano dietro. Noi volevamo in qualche modo recuperare ai danni fatti, dipingendo per esempio il fontanile rendendolo ancora più bello di prima. Un piccolo gesto da parte dei piccoli cittadini che vogliono vivere in un posto migliore! Grazie mille per l'attenzione».

Il vecchio fontanile preso a picconate e pieno di scritte oscene
Il vecchio fontanile preso a picconate e pieno di scritte oscene

Fabrizio: «Il problema è che purtroppo i nostri figli non hanno il diritto di distruggere solo perché loro ci aumentano le tasse! È la cultura e la maleducazione totale che ormai avanzano senza freno perché noi genitori di oggi, a differenza di quelli di ieri, facciamo fare ai nostri figli tutto ciò che vogliono senza controllo. Oggi noi genitori e dico noi mi ci metto anche io, viviamo nella più totale indifferenza di sapere cosa fanno o dove vanno i nostri figli quando escono da casa, poi ci meravigliamo quando vengono pubblicati certi orrori di degrado urbano».

Todd: «Non avete visto com'è ridotta via del Cimitero Vecchio? Io mi sono fermato quando ho visto una ragazza scrivere sulle mura, ma è scappata naturalmente (solo per tornare e finire l'opera quando me ne ero andato). Viviamo nello schifo assoluto. Diciamo pure che questi giovani mostri non ricevano nessuna educazione di chi li ha generati, ma guardate pure l'esempio che gli dà l'amministrazione comunale. Incuria e arroganza! Micidiale».

Commenta così Gennaro Giardino: «Talvolta sono frasi innocenti o disegni, più spesso invece si tratta di scritte volgari che tutti leggono e per i più piccoli soprattutto non è una buona visione che leggano alcune frasi quali bestemmie e parolacce per non parlare di alcuni disegni volgari. Penso sia il caso che chi di dovere prenda immediati provvedimenti in merito rendendo il nostro paese civile, qui non si tratta di Street Art, ma di atti vandalici».

Domenica 18 gennaio 2015

© Riproduzione riservata

1864 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: