Intervento privato nella ricerca archeologica se ne parla ne "I convivi de La Commenda"

Sullo stesso argomento
Ultimi articoli
Newsletter

Montefiascone | venerdì 19 giugno

Intervento privato nella ricerca archeologica
se ne parla ne "I convivi de La Commenda"

L'ideatore di questi incontri gastronomici-culturali, Luigi De Simone, ha voluto invitare i promotori privati dei recenti interventi di scavo alla Necropoli etrusca di Sferracavallo di Norchia e all’abitato etrusco di Acquarossa

di Simona Mingolla

La necropoli di Norchia
La necropoli di Norchia

Venerdì 19 giugno, a partire dalle ore 20,30, nuovo e “particolare” incontro nell’ambito del ciclo "I Convivi de La Commenda", presso l'Antico Borgo de La Commenda a Montefiascone. Ricordando che il 2015 è l’anno degli Etruschi, l’ideatore di questi incontri gastronomici-culturali, Luigi De Simone, ha voluto invitare i promotori privati dei recenti interventi di scavo alla Necropoli etrusca di Sferracavallo di Norchia e all’abitato etrusco di Acquarossa (a 7 km da Viterbo) i quali racconteranno di come si sono organizzati ed interfacciati con le istituzioni pubbliche per poter operare attivamente sul territorio al fine di riportare alla luce importanti patrimoni del nostro passato. Durante la cena si alterneranno:

- l’archeologo Paolo Giannini, consulente per il del proprietario del luogo, Raffaele Rocchi, il quale (dopo il periodo di abbandono dagli scavi svedesi degli anni ’70) con il Progetto Acquarossa ha inteso valorizzare il luogo e le sue scoperte con una serie di interventi che prevedono la valorizzazione dell’abitato urbano etrusco attraverso la pulizia ed il recupero delle strutture per ricreare due “quartieri”dell’abitato con la ricostruzione, perfetta per quanto possibile, delle strutture murarie, degli ambienti interni, dei tetti e delle loro decorazioni che oggi sono visibili solo nel Museo archeologico della Rocca Albornoz.

- Lorenzo Benini, imprenditore e docente universitario, che illustrerà con spirito divulgativo le ricerche finanziate dal Trust di Scopo “Sostratos” a Tarquinia, dove nel 2013 è stata scoperta una tomba etrusca del VI secolo A.C.completamente inviolata ed i restauri effettuati con i fondi del Trust su un corredo funebre recuperato a Norchia e che oggi sono esposti in via permanente al Museo Archeologico di Viterbo “Rocca Albornoz” Il Trust di Scopo “Sostratos” è fondato da un gruppo di liberi imprenditori che tra i suoi compiti istituzionali svolge l’opera di finanziamento di progetti culturali, di ricerca scientifica, di restauro, valorizzazione beni culturali e musealizzazione di monumenti e reperti. Esso collabora con le Pubbliche Autorità attraverso accordi di collaborazione in affiancamento tecnico-scientifico assumendo totalmente o in parte il finanziamento della ricerca e della valorizzazione dei risultati.

Una serata all’insegna, dunque, delle scoperte non solo archeologiche, ma anche delle modalità “para-istituzionali” (attuali ed efficaci) per organizzare interventi concreti di recupero e conservazione del nostro patrimonio artistico ed archeologico, globalmente riconosciuto come generatore di sviluppo turistico ed occupazione. Insomma, si potranno scoprire le strategie del “mecenatismo moderno” anche seguendo le orme del commerciante greco, Sostrato che aprì al mondo etrusco il grande contenitore dell’arte greca.
Per informazioni e per partecipare telefonare ai numeri: 0761.263767 – 373.7510399.

Martedì 16 giugno 2015

© Riproduzione riservata

1430 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: